ORDINANZA MINISTERO DELLA SALUTE 03.04.2020


Allo scopo di contrastare e contenere il diffondersi del virus COVID-19 nella Regione Emilia Romagna il Ministero della Salute di intesa con il Presidente della Regione Emilia Romagna emana l’Ordinanza valida per la Regione Emilia Romagna, evidenziando all’Art. 2 misure di contenimento più restrittive per le Provincie di Rimini, Piacenza, nonché il Comune di Medicina e la frazione di Ganzanigo.

ORDINANZA 03.04.2020

ORDINANZA REGIONALE N.44 del 20 marzo 2020


La nuova Ordinanza della Regione Emilia Romagna entrerà in vigore già dalla mezzanotte di oggi, a eccezione dell’articolo 1 – sulla sospensione delle attività produttive di beni e servizi – la cui efficacia decorre dalla giornata di lunedì, e resterà in vigore al prossimo 3 aprile.

Ecco le misure previste nell’ordinanza:

📌 Sospese le attività produttive

Viene disposta la sospensione delle attività produttive di beni e servizi da parte di persone fisiche e aziende sul territorio della Provincia di Rimini. Sono escluse le attività produttive di beni alimentari e di quelle con accertate esigenze di produzione finale e di spedizione di prodotti giacenti in magazzino, a condizione che operino esclusivamente attraverso l’attuazione di idonei protocolli organizzativi…

📌 Aperti idraulici e meccanici

Sono escluse dall’obbligo di chiusura le attività di produzione di servizi urgenti per consentire la permanenza delle persone nelle abitazioni (idraulici, elettricisti, ecc.) e per consentire la sola mobilità consentita utilizzando mezzi privati (meccanici, elettrauto, gommisti, ecc.).

📌 Aperte farmacie, parafarmacie e negozi di generi alimentari

È ammesso esclusivamente l’esercizio delle seguenti attività commerciali: negozi di generi alimentari, le farmacie e parafarmacie, i fornai, i rivenditori di mangimi per animali, le edicole, i distributori di carburante per autotrazione ad uso pubblico, il commercio al dettaglio di materiale per ottica, la produzione agricola e l’allevamento, i servizi di rifornimento dei distributori automatici di sigarette, i servizi di rifornimento delle banconote agli sportelli dei Bancomat e Postamat, le attività di trasporto connesse al rifornimento di beni essenziali. Solo una persona per nucleo familiare può eccedere agli esercizi commerciali, fatta eccezione per la necessità di dover recare con sé minori, disabili o anziani.

📌Chiusi parchi pubblici, arenili e lungomari

E’ prevista la chiusura di parchi pubblici, orti comunali, aree di sgambamento cani, arenili in concessione e liberi, aree in adiacenza al mare, lungomari, aree sportive a libero accesso, servizi igienici pubblici e privati ad uso pubblico e divieto di utilizzo delle relative strutture, aree attrezzate per attività ludiche.

📌 Attività agricola solo con personale residente

È ammessa l’attività agricola svolta con personale residente o comunque presente nel territorio provinciale.

📌 Sospesi i cantieri

Chiusi tutti i cantieri di lavoro ad eccezione di quelli urgenti connessi ai lavori di messa in sicurezza del territorio e a quelli relativi ad opere pubbliche di somma urgenza.

📌 Garantita la raccolta rifiuti e la consegna di farmaci

Viene comunque garantito il servizio di raccolta e smaltimento rifiuti e il servizio di consegna a domicilio di farmaci e generi alimentari per le persone in isolamento domiciliare fiduciario.

📌 Riduzione del trasporto pubblico locale

Viene prevista la riduzione temporanea del programma di esercizio delle linee del trasporto pubblico locale con eventuale soppressione o limitazione degli orari delle corse di linea.

🚗 Bisogna infine ricordare che il personale impiegato nelle strutture e nei servizi e nelle attività consentite, così come nei servizi pubblici essenziali, potrà spostarsi derogando dall’ordinanza solo attraverso autodichiarazione.

🔒 Nel corso della giornata di domani, la viabilità provinciale subirà rilevanti modificazioni: molte strade secondarie subiranno un blocco di interdizione al passaggio dei mezzi per convogliare il traffico lungo le principali direttrici della provincia e consentire così controlli più efficaci da parte delle forze dell’ordine.

🔍 Sempre domani, sarà cura della Provincia e dei Comuni interessati fornire ai cittadini ulteriori dettagli circa la viabilità modificata. Per tali interventi, peraltro, le istituzioni locali per tramite della Prefettura di Rimini hanno richiesto al Governo un adeguato potenziamento di uomini e mezzi.

Ordinanza E-R n.44/2020

CHIUSURA PRECAUZIONALE DEI CIMITERI NELL’INTERO TERRITORIO COMUNALE


In via precauzionale, con effetto immediato e fino a revoca per prevenire il rischio di diffusione del
COVID-19 e tutelare la popolazione nel territorio comunale il Sindaco ORDINA:

la chiusura dei cimiteri comunali nell’intero territorio di Montefiore Conca, garantendo
tuttavia l’erogazione dei servizi di inumazione e tumulazione e ammettendo la presenza,
per l’estremo saluto, di un numero massimo di 5 persone, nel rispetto comunque delle
distanze di sicurezza;

• che all’attuazione della presente chiusura sovrintenda il la Polizia Locale dell’Unione della
Valconca;

ORDINANZA 4/2020

CHIUSURA PRECAUZIONALE DI PARCHI PUBBLICI E AREE VERDI


In via precauzionale, con effetto immediato e fino a revoca per prevenire il rischio di diffusione del COVID-19 e tutelare la popolazione nel territorio comunale il Sindaco ORDINA:

• la chiusura dei parchi pubblici e delle aree verdi nell’intero territorio comunale;
• a tutti i cittadini di non accedere ai parchi pubblici ed alle aree verdi;
• che all’attuazione della presente chiusura sovrintenda il Settore Polizia Locale

ORDINANZA N.3/2020

EMERGENZA CORONAVIRUS – VARIAZIONI DELL’ATTIVITÀ SVOLTA NEGLI UFFICI COMUNALI


Viste le disposizioni contenute nel DPCM (Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri) dell’8 marzo 2020 e delle ulteriori restrizioni imposte nel DPCM del 09 marzo 2020 in materia di prevenzione del contagio da Coronavirus, recepite dall’Ordinanza Sindacale n. 2/2020, si comunicano le seguenti variazioni riferite all’attività svolta dagli Uffici del Comune di Montefiore Conca a tutela dei dipendenti e dei cittadini utenti.

 

Ufficio Ragioneria e Patrimonio

Sono sospese le attività di ricevimento del pubblico in compresenza, ossia con la presenza fisica di persone per tutto il periodo di vigenza del DPCM 09.03.2020. Per urgenze è possibile rivolgersi telefonicamente all’Ufficio chiamando lo 0541 980035 (interno 5) affinché il dipendente possa valutare l’opportunità di ricevere il pubblico su appuntamento nei seguenti giorni: MARTEDI’ – MERCOLEDI’ – VENERDI’

 

Ufficio Tecnico: Lavori Pubblici – Edilizia privata

Sono sospese le attività di ricevimento del pubblico in compresenza, ossia con la presenza fisica di persone per tutto il periodo di vigenza del DPCM 09.03.2020. Per urgenze è possibile rivolgersi telefonicamente all’Ufficio chiamando lo 0541 980035 (interno 4) affinché il dipendente possa valutare l’opportunità di ricevere il pubblico su appuntamento nei seguenti giorni: LUNEDI’ – MARTEDI’ – GIOVEDI’

Ufficio Tributi e segreteria

Sono sospese le attività di ricevimento del pubblico in compresenza, ossia con la presenza fisica di persone per tutto il periodo di vigenza del DPCM 09.03.2020. Per urgenze è possibile rivolgersi telefonicamente all’Ufficio chiamando lo 0541 980035 (interno 3) affinché il dipendente possa valutare l’opportunità di ricevere il pubblico su appuntamento nei seguenti giorni: LUNEDI’ – MARTEDI’ – GIOVEDI’

Ufficio Servizi Demografici (Anagrafe)

Sono sospese le attività di ricevimento del pubblico in compresenza, ossia con la presenza fisica di persone per tutto il periodo di vigenza del DPCM 09.03.2020. Per urgenze è possibile rivolgersi telefonicamente all’Ufficio chiamando lo 0541 980035 (interno 2) affinché il dipendente possa valutare l’opportunità di ricevere il pubblico su appuntamento nei seguenti giorni: LUNEDI’ – MARTEDI’ – MERCOLEDI’ – VENERDI’

 

Si ricorda che gli uffici comunali saranno aperti dal lunedì al venerdì nell’orario 08-14 e chiusi nelle giornate di SABATO fino alla data del 03 aprile 2020, e comunque fino a tutto il periodo di vigenza delle limitazioni previste dai DPCM dell’08 e 09 marzo 2020.

ORDINANZA N.2/2020

ORDINANZA gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19


I Presidente della Provincia di Rimini ed i Sindaci dei Comuni di Montegridolfo, Mondaino, Saludecio, Montefiore C., Gemmano, Montescudo-Monte Colombo, San Clemente, Morciano di R., San Giovanni in M., Cattolica, Misano A., Riccione, Coriano comunicano quanto segue:

IL SISTEMA
L’emergenza anti-coronavirus nella provincia di Rimini è gestita attraverso un’azione condivisa nell’Unità di crisi istituita in prefettura e coordinata con grande equilibrio, competenza e fermezza dal Prefetto di Rimini Camporota. Per la gestione degli aspetti specifici del territorio del distretto sanitario Rimini sud, dove il contagio è più esteso, l’Unità di crisi ha delegato un tavolo territoriale di coordinamento delle azioni sul territorio al quale partecipa il Presidente della Provincia, l’Agenzia regionale di Protezione Civile id i Sindaci di tutti i comuni. Il coordinamento sta operando su più fronti: il reperimento delle strutture di accoglienza delle persone in quarantena che non possono rimanere a domicilio, la disponibilità a svolgere una azione attiva di informazione alla popolazione e di controllo dell’osservanza delle limitazioni in regime di quarantena, la condivisione delle ordinanze specifiche che riguardano il territorio di competenza.

L’ORDINANZA SU PALESTRE E PISCINE PUBBLICHE
I sindaci di tutti i comuni del distretto Rimini sud hanno adottando stamane una ordinanza che sancisce la chiusura delle palestre e delle piscine pubbliche. I Sindaci, sentite le autorità sanitarie ed in accordo con l’unità di crisi istituita presso la Prefettura, valutano che le diverse attività sportive svolte in strutture pubbliche o private, per loro natura non possono garantire il rispetto delle prescrizioni del Decreto ministeriale consistente nel mantenere una distanza di almeno un metro, l’un l’altro, per la durata dello svolgimento delle attività. Per questo hanno deciso, in via precauzionale, con effetto immediato e fino a revoca, la sospensione delle attività sportive e le attività motorie in genere svolte all’aperto, ovvero all’interno di palestre, piscine e centri sportivi in o proprietà pubbliche, fatte salve le attività sportive individuali e preferibilmente all’aperto. L’ordinanza sindacale prevede inoltre che tutti i soggetti, sia pubblici che privati, attivino ogni misura organizzativa necessaria a mantenere una distanza interpersonale di almeno un metro come previsto dal Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 4 marzo. Quindi l’avvertenza per i ristoranti e i bar, i locali pubblici in genere è consentita a condizione che il servizio sia espletato per i soli posti a sedere. Così come l’apertura delle attività commerciali è condizionata all’adozione di misure organizzative tali da permettere l’accesso ai luoghi in maniera contingentata. Per questo motivo ordinanza infine prevede che sia i soggetti pubblici che quelli privati attivino ogni misura organizzativa necessaria al mantenimento di una distanza interpersonale di almeno un metro.

ORDINANZA N.1

TARIFFE AGEVOLATE – MI MUOVO INSIEME 2020


Tariffe agevolate di abbonamento annuale di trasporto a favore di categorie sociali per l’anno 2020.
In attuazione della Deliberazione di Giunta Regionale 2206 del 17.12.2018 il Comune di Riccione, con
propria Deliberazione G.C. 57 del 17.02.2020, ha approvato, a valere per i Comuni appartenenti al Distretto di
Riccione le seguenti tariffe agevolate di abbonamento annuale di trasporto a favore persone in situazione
di fragilità sociale per l’anno 2020.

SCARICA AVVISO

CORONAVIRUS


MONTEFIORE CONCA 04.03.2020 –  Il secondo DPCM Coronavirus, varato dal Governo il 4 marzo 2020, prevede misure più restrittive rispetto al DPCM del 1° marzo 2020, che in certi punti integra e in altri sostituisce, e si rivolge alla totalità del territorio italiano.

STOP A CONGRESSI E RIUNIONI FINO AL 3 APRILE 2020, SCUOLE IN TUTTO IL PAESE CHIUSE FINO AL 15 MARZO 2020, INDICAZIONI SUL MANTENIMENTO DELLA DISTANZA DI SICUREZZA DI 1 METRO, OBBLIGO DI INFORMAZIONE SULLE MISURE IGIENICHE, STOP A TUTTE LE MANIFESTAZIONI E AGLI EVENTI SPORTIVI COL PUBBLICO, OBBLIGO DI METTERE A DISPOSIZIONE DISINFETTANTE

DPCM 04.03.2020

DPCM 04.03.2020

MONTEFIORE CONCA 01.03.2020 – Di seguito il Decreto del Governo sulle misure anti-Coronavirus. In Emilia-Romagna, valido dal 02 all’8 marzo con il quale sono sospesa l’attività di nidi, scuole e Università. Riaprono i luoghi della cultura: musei, archivi, aree e parchi archeologici, complessi monumentali, pur con accessi contingentati…

Scarica il DPCM

DPCM 01.03.2020

10 comportamenti da seguire

DECALOGO

Comunicazione Prefettura

Comunicazione Prefettura

 

MONTEFIORE CONCA 23.02.2020 ore 22:00 – L’Amministrazione montefiorese in continuo contatto con Prefettura, Sindaci e Presidente della Provincia di Rimini, ha appena terminato il giro di consultazioni informando tutti i principali attori dei servizi educativi presenti sul nostro Comune, delle decisioni prese in virtù dell’ordinanza regionale.
Da domani (24 febbraio) fino al 1° marzo prossimo a Montefiore Conca, così come nel resto dell’Emilia – Romagna, sarà prevista la chiusura dell’attività di tutte le scuole di ogni ordine e grado, asili nido, università, musei, manifestazioni ed eventi, procedure concorsuali. E’ quanto previsto dall’ordinanza firmata dal presidente della Regione Stefano Bonaccini e dal ministro della Sanità Roberto Speranza contenente le misure preventive per il contrasto del Coronavirus.

In primo luogo si prevede la “sospensione di manifestazioni o iniziative di qualsiasi natura, di eventi e di ogni forma di aggregazione in luogo pubblico o privato, anche di natura culturale, ludico, sportiva ecc, svolti sia in luoghi chiusi che aperti al pubblico”.

Prevista poi la “chiusura dei servizi educativi dell’infanzia e delle scuole di ogni ordine e grado nonché della frequenza delle attività scolastiche e di formazione superiore, corsi professionali, master, corsi per le professioni sanitarie e università per anziani ad esclusione dei medici in formazione specialistica e tirocinanti delle professioni sanitarie, salvo le attività formative svolte a distanza”.

L’Ordinanza prevede poi la “sospensione dei servizi di apertura al pubblico dei musei e degli altri istituti e luoghi della cultura di cui all’articolo 101 dei codici dei beni culturali e del paesaggio di cui al D.L. 42/2004, ad eccezione delle biblioteche, nonché dell’efficacia delle disposizioni regolamentari sull’accesso libero o gratuito a tali istituti o luoghi”.

Sospeso anche “ogni viaggio di istruzione sia sul territorio nazionale che estero”.

C’è inoltre la “previsione dell’obbligo da parte di individui che hanno fatto ingresso in regione Emilia-Romagna da zone a rischio epidemiologico come identificate dall’Organizzazione Mondiale della Sanità di comunicare tale circostanza al Dipartimento di Prevenzione dell’Azienda sanitaria competente per territorio per l’adozione della misura di permanenza domiciliare fiduciaria con sorveglianza attiva”.

Le Direzioni sanitarie ospedaliere “devono predisporre la limitazione dell’accesso dei semplici visitatori alle aree di degenza, preferibilmente una persona per paziente al giorno.

Le strutture socio-sanitarie residenziali per persone non autosufficienti “dovranno anch’esse limitare l’accesso dei visitatori agli ospiti”.

L’ordinanza “raccomanda fortemente che il personale sanitario si attenga alle misure di prevenzione per la diffusione delle infezioni per via respiratoria nonchè alla rigorosa applicazione delle indicazioni per la sanificazione e disinfezione degli ambienti previste dalle circolari ministeriali”.

Per quanto riguarda il trasporto pubblico, “deve essere predisposta dagli organismi competenti la disinfezione giornaliera dei treni regionali e di tutto il trasporto pubblico locale via terra e via acqua”.

Prevista, infine, la “sospensione delle procedure concorsuali ad esclusione dei concorsi per personale sanitario”.

Alcuni suggerimenti sui comportamenti da seguire:

Lavarsi spesso le mani, a tal proposito si raccomanda di mettere a disposizione in tutti i locali pubblici, palestre, supermercati, farmacie, e altri luoghi di aggregazione soluzioni idroalcoliche per il lavaggio delle mani.

Evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute

Non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani

Coprirsi bocca e naso se si starnutisce o tossisce

Non prendere farmaci antivirali né antibiotici, a meno che siano prescritti dal medico

Pulire le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol

Usare la mascherina solo si sospetta di essere malato o si assiste persone malate

I prodotti Made in China e i pacchi ricevuti dalla Cina non sono pericolosi

Contattare il Numero Verde regionale 800462340 se hai febbre o tosse e sei tornato dalla Cina da meno di 14 giorni

Gli animali da compagnia non diffondono il nuovo Coronavirus

NUMERI UTILI:

Comune di Montefiore Conca: 0541 980035 (interno 2 – Orario Ufficio)

Numero verde regionale: 800 033 033

Numero di pubblica utilità: 1500

Igiene pubblica: 339 7720079

LINK MINISTERO DELLA SALUTE

 

La Rumagna Marzulena 2020


Una pioggia di risate… in dialetto romagnolo. Prosegue a Montefiore Conca l’ormai tradizionale appuntamento con ‘Rumagna Marzulena’, la rassegna di commedie dialettali promossa dal Comune e dalla locale Pro Loco giunta ormai alla sua 25esima edizione da un’idea di Giovanni Martelli e di Marcello Palmerini. Una formula consolidata, che vede salire sul palco del teatro comunale ‘Malatesta’ le migliori compagnie della Romagna e del pesarese, pronte a regalare ai montefioresi una serata di sano divertimento.

Uno spettacolo rivolto non soltanto al pubblico più ‘maturo’, ma anche a quello giovanile, desideroso magari di riscoprire la lingua e la storia dei nonni e dei padri. Ecco allora che, dopo i primi due weekend, sabato 15 febbraio alle 21.15 ad andare in scena sarà la compagnia di Quei chi n’ha ben e ch’in lascia ‘ve ben di Casinina con “L’indovina commedia” (in due atti).
La rassegna proseguirà fino al 29 marzo prossimo.

Il prezzo del biglietto è di 7 euro. Gratis per i bambini fino ai 10 anni.

Fondo regionale per l’accesso alle abitazioni in locazione


Per l’annualità 2019 il fondo regionale per l’accesso alle abitazioni in locazione è finalizzato alla concessione di contributi integrativi ai conduttori per il pagamento dei canoni di locazione nel mercato privato. L’ambito territoriale dei bandi è sovracomunale e comprende tutti i Comuni del Distretto socio-sanitario di Riccione.

La domanda per l’ammissione dovrà essere compilata unicamente sui moduli in distribuzione presso i Servizi Sociali di ogni singolo Comune del Distretto socio- sanitario di Riccione a partire dal giorno lunedì 13.01.2020 con scadenza il giorno venerdì 28.02.2020.

Si rimanda al bando di seguito allegato per i criteri di accesso al contributo.

Bando-locazione2019 Distretto

Contributi a sostegno della Mobilità casa-lavoro a favore di cittadini disabili


L’Ufficio Distrettuale di Piano di Riccione, in attuazione della Delibera di Giunta Regionale del 22.11.2019 n. 2305 e della Determinazione Dirigenziale del Comune di Riccione 2009 del 16.12.2019, concede contributi per il rimborso delle spese sostenute per il trasporto casa-lavoro-casa a lavoratori disabili (fisici, psichici e intellettivi) che manifestino particolari difficoltà nel recarsi sul luogo di lavoro con mezzi propri o con normali mezzi di trasporto pubblico.

I contributi sono finalizzati ad agevolare i processi di mobilità da e verso i luoghi di lavoro per lavoratori disabili impossibilitati a conciliare gli orari di lavoro con orari e percorsi dei trasporti pubblici e/o bisognosi di trasporto personalizzato, nell’ambito di progetti di inserimento lavorativo effettuati ai sensi della legge 68/99.

Le richieste di contributo potranno essere presentate, secondo le modalità indicate nell’avviso sottostante, dal giorno 01.01.2020 ed entro il termine del 30.04.2020.

Gli interessati potranno rivolgersi per eventuali informazioni e compilazione dei moduli presso i Servizi Sociali di ogni singolo Comune del Distretto socio- sanitario di Riccione.

MODULO ISTANZA

Avviso Pubblico 2019

NUOVA DISCIPLINA DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE


Il Comune di Montefiore Conca ha recepito la nuova disciplina regionale sul contributo di costruzione, introducendo riduzioni e agevolazioni per gli interventi di riuso dell’esistente e per quelli nel centro storico e nelle Frazioni. Per informazioni rivolgersi all’ufficio tecnico comunale allo 0541 980035 (interno 4) nei giorni di LUN – MAR – GIO 

Di seguito la delibera comunale e i suoi allegati.

dlc_00036_30-09-2019

Allegato 1 Quadro sinottico

Allegato 2 Testo coordinato

Allegato 3 Delibere abrogate

Attestazione di Pubblicazione ed Esecutività

Tabella parametricaU1 U2_rielaborato